Imperdibile: festival dell’educazione a Cuneo — scopri le novità dal 10 al 13 luglio

Partecipa al festival dell'educazione 'A tutto tondo' a Cuneo per un'esperienza unica di apprendimento e crescita personale con Summer School, laboratori e talk esclusivi.

Share your love

  • Il festival si svolgerà dal 10 al 13 luglio 2024 presso il Rondò dei Talenti di Cuneo.
  • Quattro Summer School dedicate ai professionisti dell'educazione, già sold out, con un massimo di 20 partecipanti ciascuna.
  • Attività aperte alla comunità includono laboratori di robotica, talk con ospiti illustri e cineforum sotto le stelle.

Dal 10 al 13 luglio 2024, il Rondò dei Talenti di Cuneo ospiterà il primo Festival dell’Educazione, denominato “A tutto tondo”. Questo evento, organizzato dalla Fondazione CRC, rappresenta un’opportunità unica per l’apprendimento e la crescita personale, con un calendario ricco di eventi e attività. Il festival è un’occasione di incontro aperta a tutti, con un focus particolare su educazione avanzata, alternanza scuola-lavoro, stage curricolari e corsi di studio extra-universitari professionalizzanti.

Un Programma Ricco e Variegato

Il festival “A tutto tondo” prevede un fitto programma di attività che spaziano dall’apprendimento alla crescita personale, passando per la comunità. Quattro Summer School dedicate ai professionisti dell’educazione sono già sold out. Queste scuole estive sono un’opportunità per approfondire temi come l’inclusione nella didattica, il gioco e la creatività, l’orientamento e l’intelligenza artificiale. Ogni giornata sarà dedicata a un tema specifico, offrendo un’esperienza formativa approfondita e coinvolgente.

Oltre alle Summer School, il festival proporrà diverse attività aperte alla comunità, tra cui talk con ospiti illustri, laboratori per bambini e ragazzi, giochi all’aperto e cineforum sotto le stelle. Tra gli ospiti di rilievo, lo psicologo e neuroscienziato Andrea Bariselli, l’avvocata divorzista e scrittrice Ester Viola, e il regista Gabriele Vacis con Roberto Tarasco e le attrici e attori di PoEM.

Le Quattro Summer School

Le Summer School rappresentano il cuore del festival e sono dedicate a insegnanti, educatori e professionisti dell’educazione provenienti da tutta Italia. Ogni percorso accoglierà un massimo di 20 partecipanti, garantendo un apprendimento personalizzato. È necessario partecipare ad almeno l’80% delle ore previste per ottenere il massimo beneficio formativo.

1. *Didattica Inclusiva: Promossa in collaborazione con Mind4Children dell’Università di Padova, l’Università di Pavia e l’Università di Torino, questa Summer School esplorerà i concetti di inclusione nelle classi di bambini e ragazzi con bisogni speciali. Tra i formatori, Marco Braghero, Chiara Curiale, Tommaso Orlando e Francesco Carbonero.

2. Orientamento: Con la Città dei Talenti, questa scuola estiva fornirà metodologie e strumenti per aiutare i ragazzi nell’esplorazione di sé e del mondo delle professioni. I docenti includono Paola Merlino, Simonetta Bruno, Mariella Carta ed Enrico Santero.

3. Gioco e Creatività: La Libera Università del Gioco guiderà i partecipanti attraverso il gioco come attività didattica, esplorando temi come la creatività, l’immaginazione e la libertà di pensiero. Tra i formatori, Roberto Farné, Beniamino Sidoti e Vania Castelfranchi.

4. Intelligenza Artificiale*: Con Plin-Projects for Learning Innovation, questa Summer School porterà i partecipanti alla scoperta degli strumenti e delle potenzialità dell’AI nell’educazione. I docenti includono Giancarlo Mirmillo, Alessandro Zocchi e Carolina Tironi.

Attività Aperte alla Comunità

Il festival non è solo per i professionisti dell’educazione. Le attività aperte alla comunità includono talk, laboratori, giochi all’aperto e cineforum sotto le stelle. Le serate saranno dedicate alla riflessione e al sogno, con proiezioni di film come “La mia classe” di Daniele Gaglianone, “La Tartaruga rossa” di Michael Dudok de Wit, “Gifted. Il dono del talento” di Marc Webb e “La canzone del mare” di Tomm Moore.

Tra i laboratori, spicca quello di robotica e linguaggi di programmazione per bambini e ragazzi dai 10 ai 13 anni, organizzato dal Do Learning Centre. Inoltre, sabato 13 luglio, alle ore 11, si terrà l’appuntamento conclusivo della Summer School con il talk “Vietato non copiare! Buone pratiche di creatività organizzativa per cambiare la scuola dal basso”, coordinato da Anna Granata dell’Università di Milano-Bicocca.

Bullet Executive Summary

Il Festival dell’Educazione “A tutto tondo” rappresenta un’importante occasione per riflettere sull’importanza di un’educazione inclusiva e innovativa. Fornire agli studenti strumenti pratici e metodologici per esplorare il mondo delle professioni è fondamentale per prepararli all’inserimento nella società e nel mondo del lavoro. L’integrazione dell’intelligenza artificiale nel processo educativo offre nuove opportunità per riprogettare la didattica e sfruttare le potenzialità della tecnologia.

In conclusione, il festival stimola una riflessione personale e collettiva sul futuro dell’istruzione e della formazione delle giovani generazioni. Partecipare a eventi come questo non solo arricchisce il proprio bagaglio culturale, ma contribuisce anche a costruire una comunità più consapevole e preparata ad affrontare le sfide del domani.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 131

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *