Importante: il progetto che ha migliorato la salute di oltre 23.000 studenti toscani

Scopri come i progetti di promozione della salute organizzati dalla Asl Toscana Sud Est hanno coinvolto migliaia di studenti, migliorando il loro benessere psicofisico.

Share your love

  • Coinvolti 23.839 studenti in progetti di promozione della salute nelle scuole della Asl Toscana Sud Est.
  • Il 95,8% delle scuole italiane promuove ambienti sostenibili, ma solo il 61,9% ha aderito al programma OMS.
  • La Rete delle Scuole che Promuovono Salute in Emilia-Romagna ha coinvolto 119 istituti scolastici nel primo anno di sperimentazione.

Nel corso dell’anno scolastico 2023/24, un totale di 23.839 studentesse e studenti delle scuole della Asl Toscana Sud Est sono stati coinvolti in progetti di promozione della salute. Questi progetti, organizzati dalla UOC Promozione ed etica della salute sotto la direzione della dottoressa Vittoria Doretti, hanno visto la partecipazione attiva di professionisti dell’Educazione alla Salute (EAS) in collaborazione con personale docente, dirigenti scolastici e uffici scolastici provinciali di Grosseto, Siena e Arezzo. L’iniziativa ha rappresentato un’importante occasione per migliorare il benessere psicofisico degli studenti, attraverso un’offerta educativa ricca e diversificata, organizzata per aree tematiche che rispecchiano le diverse realtà locali.

Metodologia e Obiettivi

La metodologia adottata nei progetti è stata interattiva ed esperienziale, basata su approcci come la Life Skills Education e la Peer Education. Questi metodi mirano a favorire l’empowerment della persona, rafforzandone le potenzialità e aiutandola a diventare protagonista del proprio processo di crescita e cambiamento. L’obiettivo principale è stato quello di formare e fornire strumenti cognitivi agli studenti, con alcuni programmi che prevedevano anche la formazione rivolta al personale docente.

Aniello Buccino, Assistente sanitario e Responsabile dell’Educazione alla Salute del Dipartimento delle Professioni tecnico sanitarie, della Riabilitazione e della Prevenzione, ha sottolineato l’importanza delle Life Skills. Queste competenze, che includono la percezione di autoefficacia, autostima e fiducia in se stessi, sono fondamentali per promuovere il benessere mentale, la motivazione alla cura degli altri e la prevenzione del disagio mentale e dei problemi comportamentali di salute.

Risultati e Impatti

Alla fine dell’anno scolastico, i progetti promossi dall’Asl Toscana Sud Est hanno coinvolto scuole grossetane, senesi e aretine, raggiungendo e migliorando numeri importanti. Questo successo è stato possibile grazie al rafforzamento di una rete di collaborazioni ampia e a un’offerta educativa orientata a risposte mirate alla complessità dei bisogni di salute della comunità scolastica. Il contesto scolastico è stato identificato come un target ideale per la promozione della salute, con interventi che hanno coinvolto dirigenti, docenti, personale non docente, studenti e famiglie, valorizzando così le potenzialità del territorio.

Il Programma OMS “Scuole che Promuovono Salute”

Un altro importante contributo alla promozione della salute nelle scuole è stato dato dal programma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) “Scuole che Promuovono Salute”. La Fondazione Gimbe ha pubblicato un report sulla partecipazione degli istituti scolastici italiani a questa iniziativa. La ricerca, finanziata con una borsa di studio e condotta da Simone Salemme, ha coinvolto 493 scuole italiane, rappresentative di tutte le regioni e province del paese.

I risultati hanno mostrato che il 95,8% delle scuole afferma di promuovere il consumo di ambienti sostenibili, ma solo il 61,9% ha aderito al programma. La governance e la leadership scolastica hanno giocato un ruolo cruciale nel successo del programma, con il 98% delle scuole che riportano il sostegno dei dirigenti scolastici. Tuttavia, sono emerse anche criticità, come l’assenza di investimenti in formazione per il personale scolastico sui temi dell’alfabetizzazione sanitaria, che rappresenta un ostacolo significativo per l’implementazione del programma.

La Rete delle Scuole che Promuovono Salute

In Emilia-Romagna, la Rete delle Scuole che Promuovono Salute ha coinvolto 119 istituti nel primo anno scolastico di sperimentazione. Questa iniziativa, nata su impulso della Regione Emilia-Romagna, ha visto la collaborazione con le Aziende sanitarie territoriali e l’Ufficio scolastico regionale. L’obiettivo è stato quello di favorire percorsi e progetti di promozione della salute nel contesto scolastico, con un focus su sani e corretti stili di vita, prevenzione del disagio giovanile e contrasto all’abbandono scolastico.

Le attività promosse hanno incluso sportelli di ascolto, interventi didattici su alimentazione e attività fisica, e progetti di pet therapy. L’assessora alla Scuola, Paola Salomoni, ha sottolineato l’importanza di promuovere progetti di salute e benessere a scuola per diffondere abitudini sane e sensibilizzare sull’importanza della prevenzione. L’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini, ha evidenziato come stili di vita sani siano un investimento primario per la salute dei ragazzi e delle ragazze.

Bullet Executive Summary

La promozione della salute nelle scuole rappresenta un pilastro fondamentale per il benessere delle nuove generazioni. Gli esempi della Asl Toscana Sud Est e della Rete delle Scuole che Promuovono Salute in Emilia-Romagna dimostrano come una collaborazione efficace tra istituzioni scolastiche e sanitarie possa portare a risultati significativi. Le metodologie interattive ed esperienziali, come la Life Skills Education e la Peer Education, sono strumenti potenti per rafforzare le competenze degli studenti e prepararli ad affrontare le sfide della vita.

Una nozione base di educazione avanzata è l’importanza della formazione continua per il personale docente, che deve essere costantemente aggiornato sui temi della salute e del benessere per poter supportare efficacemente gli studenti. Una nozione avanzata è l’integrazione di programmi di promozione della salute nel curriculum scolastico, che non solo migliora il benessere degli studenti ma favorisce anche un ambiente di apprendimento più inclusivo e positivo.

In conclusione, riflettere sull’importanza della promozione della salute nelle scuole ci porta a considerare come ogni azione educativa possa avere un impatto duraturo sulla vita degli studenti. Investire nella salute e nel benessere delle nuove generazioni significa costruire una società più sana, consapevole e resiliente.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *