Come il CRS4 sta rivoluzionando l’educazione STEM nelle scuole sarde

Scopri come oltre 8.000 bambini in Sardegna stanno esplorando la scienza attraverso esperimenti pratici e innovativi grazie al programma del CRS4.

Share your love

  • Coinvolgimento di 8.244 bambini tra i 4 e i 7 anni provenienti da 243 scuole in 102 località diverse.
  • Esperimenti pratici come spegnere una candela senza soffiare e costruire torri con spaghetti e marshmallow per sviluppare capacità di problem solving e pensiero critico.
  • Piano di estensione del programma a terza età e istituti penitenziari minorili per promuovere una cultura scientifica inclusiva.

Il Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna (CRS4) ha concluso con successo il secondo anno delle sue iniziative di divulgazione delle discipline STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) nelle scuole dell’infanzia e nelle prime classi delle scuole primarie della regione. Il programma ha coinvolto *8.244 bambini di età compresa tra i 4 e i 7 anni, provenienti da 243 scuole situate in 102 località diverse.

I risultati ottenuti hanno ricevuto il plauso degli insegnanti, che hanno notato come gli esperimenti e i giochi educativi proposti abbiano stimolato la curiosità dei bambini, incoraggiandoli ad adottare un approccio consapevole nella formulazione di domande. Giacomo Cao, amministratore unico del CRS4, ha sottolineato l’importanza di intervenire in età precoce, quando i bambini sono più propensi ad assimilare l’innovazione, aprendo nuove prospettive di apprendimento.

Cao ha annunciato l’intenzione di proseguire le attività nel prossimo anno scolastico, estendendo il programma anche alla terza età e progettando iniziative nelle istituzioni penitenziarie minorili. Gli sforzi sono stati condotti in collaborazione con vari soggetti coinvolti nella divulgazione delle scienze e delle tecnologie.

Esperimenti Educativi: Un Approccio Pratico alla Scienza

Gli esperimenti proposti dal CRS4 sono stati progettati per intrattenere e allo stesso tempo sviluppare capacità di problem solving, creatività e pensiero critico tra i giovani partecipanti. Alcuni degli esperimenti includono:

Spegnere una candela senza soffiare: Una candela accesa coperta con un bicchiere o un barattolo di vetro capovolto si spegne lentamente, aiutando i bambini a comprendere che il fuoco ha bisogno di ossigeno per bruciare. Questo esperimento incoraggia a riflettere sull’importanza delle cose che non vediamo, come l’aria.

Far muovere una macchinina con l’aria: Con materiali semplici come un palloncino, due cannucce, due bastoncini di legno e quattro tappi di plastica, i bambini costruiscono una macchinina che avanza con la spinta dell’aria del palloncino che si sgonfia, simulando il funzionamento di un motore a reazione. Aggiungendo una vela di cartone al posto del palloncino e soffiandoci sopra, si può osservare come la forza prodotta spinga la macchinina in avanti.

Esplorare il galleggiamento degli oggetti: Osservando il comportamento di oggetti di peso, volume e forma diversa all’interno di una vaschetta riempita d’acqua, i bambini possono identificare le caratteristiche del galleggiamento e riflettere criticamente su aspetti che normalmente non noterebbero.

Parlare con due bicchieri: Il classico gioco del telefono a spago, ispirato al telefono meccanico ideato da Antonio Meucci nel 1852, consente di trasmettere vibrazioni meccaniche e onde sonore da un bicchiere all’altro, aiutando i bambini a comprendere il funzionamento del suono.

Costruire torri con spaghetti e marshmallow: Infilzando spaghetti nei marshmallow, i bambini possono costruire torri e ponti, sviluppando capacità di pianificazione e progettazione, e incoraggiando il pensiero critico e creativo nella risoluzione di problemi complessi.

Realizzare costruzioni solide con fogli di giornale*: Usando fogli di giornale e una goccia di colla, i bambini possono realizzare costruzioni solide, sviluppando capacità di progettazione e realizzazione di oggetti complessi a partire da materiali semplici.

Un Programma di Successo e le Prospettive Future

Il programma di divulgazione delle discipline STEM del CRS4 ha ricevuto riscontri favorevoli dagli insegnanti, che hanno segnalato come gli esperimenti e i giochi educativi abbiano stimolato la curiosità dei bambini e li abbiano aiutati a porsi domande in modo consapevole. Giacomo Cao ha dichiarato: “Grazie al lavoro di Andrea Mameli, chiudiamo il secondo ciclo di azioni divulgative delle discipline STEM per la fascia di età più piccola, ricettiva a cogliere elementi di innovazione che in età avanzata possono perdersi”.

Cao ha concluso: “Proseguiremo le attività nel prossimo anno scolastico, rivolgendoci anche alla terza età e procedendo negli istituti penitenziari minorili, in sinergia con gli attori che svolgono attività di divulgazione nei settori”. Questo impegno continuo dimostra la volontà del CRS4 di estendere l’educazione scientifica a tutte le fasce della popolazione, promuovendo una cultura scientifica diffusa e inclusiva.

Bullet Executive Summary

Il programma di divulgazione delle discipline STEM del CRS4 ha dimostrato come l’educazione scientifica possa essere resa accessibile e coinvolgente anche per i bambini più piccoli. L’importanza di intervenire in età precoce è stata sottolineata dai risultati positivi ottenuti, che hanno evidenziato un aumento della curiosità e della capacità di problem solving tra i giovani partecipanti.

Una nozione base di educazione avanzata è che l’apprendimento delle discipline STEM fin dall’infanzia può avere un impatto duraturo sullo sviluppo cognitivo e sulle future scelte di carriera dei bambini. Coinvolgere i bambini in esperimenti pratici e giochi educativi può stimolare la loro curiosità naturale e incoraggiarli a esplorare il mondo scientifico con entusiasmo.

Una nozione avanzata correlata è che l’educazione STEM non dovrebbe limitarsi alle scuole, ma estendersi a tutte le fasce della popolazione, inclusi gli anziani e i giovani in istituzioni penitenziarie. Questo approccio inclusivo può contribuire a creare una società più informata e consapevole, capace di affrontare le sfide tecnologiche e scientifiche del futuro con competenza e creatività.

In conclusione, il successo del programma del CRS4 dimostra che l’educazione scientifica può essere resa accessibile e coinvolgente per tutti, indipendentemente dall’età o dal contesto sociale. Questo impegno continuo per la divulgazione delle discipline STEM è un passo importante verso la costruzione di una società più equa e informata, capace di affrontare le sfide del futuro con competenza e creatività.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *