Come può l’educazione non formale trasformare il futuro dei giovani?

Scopri come il progetto 'Here We Create the Future' ha promosso nuove metodologie educative e l'interculturalità tra studenti di diverse nazioni.

Share your love

  • Partecipazione di oltre 35 studenti e insegnanti da Olanda, Spagna e Turchia.
  • Attività innovative come la human library per superare le barriere culturali.
  • Prossima esperienza di mobilità a Murcia, in Spagna meridionale, prevista per dicembre.

Si è conclusa con successo l’iniziativa del progetto Here We Create the Future, promosso dal Comitato d’Intesa di Belluno e finanziato dal programma Erasmus+. L’evento, svoltosi dal 7 al 9 giugno 2024 a Mezzano, in provincia di Trento, ha visto la partecipazione di oltre 35 studenti e insegnanti provenienti da diverse nazioni, tra cui Olanda, Spagna e Turchia.

Il territorio bellunese è stato rappresentato da una delegazione di studenti delle classi seconde del percorso scientifico e linguistico del Liceo Dal Piaz di Feltre. L’obiettivo principale dell’iniziativa era promuovere metodi innovativi di educazione non formale attraverso attività sperimentali e laboratoriali, ispirate al modello della Weekend School praticata nei Paesi Bassi. Questo modello si concentra su argomenti extra scolastici e include giovani svantaggiati, offrendo loro opportunità di apprendimento al di fuori del contesto scolastico tradizionale.

Attività Innovative e Interculturali

Durante il fine settimana, i partecipanti hanno preso parte a una serie di attività progettate per favorire l’apprendimento e l’interazione interculturale. Tra queste, giochi in lingua, scambi culturali e l’apprendimento di terminologie diverse. Un’attività particolarmente significativa è stata la human library, in cui i partecipanti si sono presentati come “libri viventi”, raccontando la propria storia e superando barriere culturali e pregiudizi.

Inoltre, gli studenti hanno avuto l’opportunità di incontrare giovani ambassador del volontariato locale, che hanno messo a disposizione le loro conoscenze su diverse tematiche. Questi incontri hanno permesso ai partecipanti di confrontarsi con coetanei di diverse nazionalità, scoprendo culture, lingue e tradizioni diverse, e rafforzando i valori della diversità e dell’interculturalità.

Impatto e Prospettive Future

Gianluca Corsetti, presidente del Comitato d’Intesa, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, definendola un’opportunità di crescita significativa per i giovani ospitati. “L’occasione per sperimentare attività innovative e buone prassi applicate con successo all’estero verrà riproposta nei prossimi mesi anche agli studenti del nostro territorio grazie al coinvolgimento delle scuole locali all’interno del progetto,” ha affermato Corsetti. Ha inoltre ringraziato il Liceo Dal Piaz per la partecipazione attiva.

Gli studenti dello stesso liceo saranno coinvolti in un’altra esperienza di mobilità nell’ambito dello stesso progetto, prevista a Murcia, in Spagna meridionale, a dicembre. Queste esperienze di mobilità sono aperte anche ad altri giovani bellunesi, che possono ottenere ulteriori informazioni scrivendo a [email protected].

Il Ruolo dell’Educazione Non Formale

L’educazione non formale e informale svolge un ruolo cruciale nello sviluppo personale e sociale dei partecipanti. Come indicato dalla Direzione Generale Istruzione e Cultura della Commissione Europea, l’apprendimento non formale avviene al di fuori del programma dell’istruzione formale ed è finalizzato a favorire lo sviluppo personale e sociale dei partecipanti. L’apprendimento informale, invece, avviene durante le attività quotidiane e consiste nell’imparare facendo (learning by doing).

Questo approccio educativo consente ai ragazzi di accrescere la loro maturità e di implementare conoscenze in modo spontaneo e naturale, grazie alla partecipazione “in prima persona”. La didattica informale si allontana dal tradizionale metodo cattedratico e favorisce l’attenzione sul discente, stimolando il bisogno di partecipazione attiva e l’espressione delle opinioni.

Bullet Executive Summary

Il progetto Here We Create the Future ha dimostrato come l’educazione non formale possa essere un potente strumento per promuovere l’interculturalità e lo sviluppo personale. Coinvolgendo studenti e insegnanti di diverse nazionalità, l’iniziativa ha offerto un’opportunità unica di apprendimento e crescita. L’importanza di queste esperienze è stata sottolineata dalla partecipazione attiva e dall’entusiasmo dei giovani coinvolti.

Una nozione base di educazione avanzata è che l’apprendimento non formale e informale può integrare e arricchire l’istruzione scolastica tradizionale, offrendo agli studenti nuove modalità di apprendimento che rispondono meglio alle esigenze del mondo odierno.

Una nozione avanzata è che l’integrazione di metodi educativi non formali e informali può contribuire a sviluppare competenze trasversali fondamentali, come la capacità di lavorare in team, la risoluzione dei problemi e la cittadinanza attiva, preparando così i giovani a diventare cittadini globali consapevoli e responsabili.

In conclusione, riflettere sull’importanza di queste iniziative ci aiuta a comprendere come l’educazione possa evolversi per rispondere alle sfide del nostro tempo, promuovendo un apprendimento più inclusivo e partecipativo.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *