La rivoluzione di JUN-ECO TV: educazione civica e ambientale nelle scuole piemontesi

Scopri come cinque istituti comprensivi trasformeranno l'apprendimento con una webTV dedicata all'educazione civica e ambientale, vincendo premi e dotazioni tecniche.

Share your love

  • Il bando JUN-ECO TV selezionerà cinque istituti comprensivi piemontesi per sviluppare una webTV educativa.
  • Ogni istituto produrrà quattro video tematici, con dotazioni tecniche e formazione del valore di 8.000 euro.
  • I migliori video riceveranno premi aggiuntivi di 2.000 euro ciascuno.

In collaborazione con la rete MIM Service Learning e le Avanguardie Educative, INDIRE e la Fondazione Enrica Amiotti hanno lanciato il bando “JUN-ECO TV” per selezionare cinque istituti comprensivi piemontesi. L’obiettivo è sviluppare, per l’anno scolastico 2024-2025, iniziative educative tramite una webTV in due o tre ambiti specifici: educazione civica e ambientale, servizio al micro-territorio, e benessere e consapevolezza per un’ecologia interiore, familiare e micro-sociale.

Gli istituti scolastici sono invitati a produrre quattro video tematici, realizzati dagli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. I vincitori riceveranno dotazioni tecniche audiovisive, software per la produzione video e formazione gratuita a distanza per la creazione di audiovisivi e linguaggi progettuali giovanissimi, per un valore complessivo di circa 8.000 euro. Inoltre, parteciperanno a un ulteriore bando per i migliori filmati/eventi nei rispettivi ambiti, con premi di 2.000 euro ciascuno per tre video.

Gli istituti scolastici al di fuori del Piemonte sono invitati a manifestare interesse all’iniziativa, che sarà estesa a livello nazionale da febbraio 2025. Dal mese di ottobre, potranno beneficiare di formazione a distanza gratuita sul service learning e l’educazione circolare ambientale.

La Filosofia nei Tecnici e nei Professionali

La PATHS Summer School di INDIRE, un’esperienza immersiva tra webinar e workshop, ha registrato il 12 giugno scorso 612 iscritti, la più alta partecipazione delle ultime cinque edizioni. L’intento della Summer School è condividere materiali e pratiche di insegnamento e apprendimento della filosofia, disciplina non prevista dall’assetto ordinamentale nel primo ciclo di istruzione, nel biennio dell’istruzione liceale e negli istituti tecnici e professionali.

Il progetto PATHS – a Philosophical Approach to THinking Skills, avviato nel 2018, ha riscosso un notevole successo tra i docenti. Concepito per rendere la filosofia accessibile a tutti, PATHS si basa sugli orientamenti del Ministero dell’Istruzione e del Merito, migliorando l’apprendimento degli studenti attraverso un approccio filosofico al pensiero critico. Ad oggi, 808 scuole italiane sono coinvolte nel progetto, con una partecipazione massiccia di 2.932 docenti.

Il modello didattico PATHS parte dal linguaggio comune e mira a contrastare l’impoverimento linguistico degli studenti, potenziando il pensiero critico e promuovendo modelli didattici basati sull’approccio filosofico. Gli obiettivi principali includono il miglioramento delle competenze linguistiche e del pensiero critico, nonché il rinnovamento dell’insegnamento della filosofia, ampliando i contenuti filosofici nei curricoli degli istituti tecnici e professionali e delle scuole del primo ciclo.

Il Potenziamento dei Percorsi di Sostegno Didattico

Il recente Decreto-Legge 31 maggio 2024, n. 71, ha introdotto disposizioni urgenti per il sostegno didattico agli alunni con disabilità. INDIRE è stato incaricato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito di attivare percorsi di specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità, in aggiunta ai percorsi già affidati alle università.

Possono partecipare a questi percorsi coloro che hanno svolto, nelle istituzioni scolastiche statali o paritarie, un servizio su posto di sostegno per almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei cinque anni precedenti. La piena operatività dei nuovi percorsi è subordinata alla definizione dei provvedimenti attuativi, attualmente in fase di preparazione, e alla conversione in legge del decreto.

INDIRE è in corso di interlocuzione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito per dare operatività al Decreto. Le informazioni relative ai percorsi e alle modalità di partecipazione saranno fornite nelle prossime settimane attraverso il sito ufficiale e i canali di comunicazione dell’Istituto.

Bullet Executive Summary

Il bando “JUN-ECO TV” rappresenta un’importante iniziativa per promuovere l’educazione civica e ambientale nelle scuole piemontesi, con l’obiettivo di estendere il progetto a livello nazionale. Questo tipo di iniziative non solo arricchiscono il curriculum scolastico, ma favoriscono anche lo sviluppo di competenze trasversali e intergenerazionali tra studenti, genitori e comunità locali.

Un concetto base di educazione avanzata è l’importanza del service learning, che integra il servizio alla comunità con l’apprendimento accademico, permettendo agli studenti di applicare le conoscenze acquisite in classe a situazioni reali, sviluppando al contempo un senso di responsabilità civica.

Una nozione avanzata correlata è l’educazione circolare, che promuove un approccio olistico all’apprendimento, integrando diverse discipline e competenze per affrontare le sfide ambientali e sociali. Questo tipo di educazione non solo prepara gli studenti per il futuro, ma li rende anche cittadini consapevoli e attivi, capaci di contribuire positivamente alla società.

In conclusione, riflettere su come queste iniziative possano essere integrate nel sistema educativo può stimolare una riflessione personale su come migliorare l’educazione e la formazione dei giovani, preparandoli ad affrontare le sfide del futuro con competenza e consapevolezza.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

One comment

  1. Trovo che il bando ‘JUN-ECO TV’ sia una bellissima iniziativa! Finalmente si fa qualcosa di concreto per l’educazione civica e ambientale nelle scuole. Speriamo che possa estendersi presto a tutto il territorio nazionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *