Rivoluzione digitale a Sassari: studenti trasformati dal progetto ‘Educazione digitale 360’

Scopri come il progetto 'Educazione digitale 360' ha cambiato la vita degli studenti dell'Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto, insegnando loro un uso consapevole e moderato del digitale.

Share your love

  • Il progetto ha coinvolto le classi terze dell'Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto in laboratori di educazione digitale con il coach Gavino Puggioni.
  • Gli studenti hanno partecipato a una mattinata di Digital Detox con attività di artigianato, giocoleria e sport, senza l'uso di cellulari.
  • La 'Digital Detox Box Challenge' includeva 30 sfide per 30 giorni, aiutando gli studenti a implementare buone abitudini digitali.

Il progetto “Educazione digitale 360” ha recentemente concluso con successo la sua prima edizione presso l’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto di Sassari. Questa iniziativa, finanziata dal bando scuola 2023 della Fondazione Sardegna, è stata curata dal professor Vincenzo Masala, animatore digitale, in collaborazione con il coach digitale Gavino Puggioni e la società Logout Livenow, la prima agenzia di Digital Detox in Italia. Il progetto ha coinvolto gli alunni in una serie di laboratori e attività mirate a promuovere un uso consapevole e moderato del digitale, incentivando momenti di convivialità disconnessi.

Dettagli del Progetto e Attività Svolte

Il progetto ha visto la partecipazione attiva delle classi terze dell’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto, che hanno preso parte a laboratori di educazione digitale in aula con il coach Gavino Puggioni. Durante questi laboratori, gli studenti hanno avuto l’opportunità di comprendere gli effetti negativi di un eccessivo utilizzo dei social e di internet, nonché di valorizzare gli effetti positivi del digitale attraverso nuove abitudini per utilizzarli in modo moderato e consapevole, sia durante lo studio che nei momenti di socialità.

Un momento clou del progetto è stata l’esperienza di Digital Detox presso la scuola, dove gli studenti hanno trascorso una mattinata senza cellulari, partecipando a diverse attività. Le tre ore di attività sono state suddivise in laboratori di artigianato, giocoleria e attività sportiva. L’obiettivo principale era quello di offrire alternative valide all’utilizzo del cellulare, migliorare l’autostima e la creatività degli studenti, e far comprendere loro la bellezza di condividere emozioni insieme nella vita “reale”.

Risultati e Impatti del Progetto

Gli studenti hanno ricevuto la “Digital Detox Box Challenge” ideata da Logout Livenow, contenente 30 sfide per 30 giorni riguardanti l’utilizzo dello smartphone. Queste sfide sono state utili per implementare le buone abitudini apprese durante il progetto. Il professor Masala ha commentato con entusiasmo i risultati del progetto, sottolineando come gli studenti abbiano mostrato grande entusiasmo e partecipazione, sviluppando una maggiore consapevolezza nell’uso del digitale e riscoprendo il valore del tempo libero e delle relazioni interpersonali offline.

Il progetto rappresenta l’inizio di un percorso di cittadinanza digitale per la scuola Monte Rosello Alto. In sinergia con il coach di educazione digitale Gavino Puggioni e Logout Livenow, la scuola si prefigge l’obiettivo di un maggior coinvolgimento del territorio verso questa tematica, attraverso progetti, attività, incontri e collaborazioni future.

Logout Livenow: La Prima Agenzia di Digital Detox in Italia

Logout Livenow è la prima agenzia di Digital Detox in Italia, fondata da Gavino Puggioni. L’agenzia offre esperienze di disconnessione digitale in vari contesti, come borghi medievali, ecoparchi e spiagge cristalline, proponendo un nuovo modo di vivere la vacanza, immersi nella natura e godendo di ogni momento senza distrazioni digitali. Le esperienze di Digital Detox sono ideali anche per il welfare aziendale e il team building, offrendo l’opportunità di staccare la spina, guadagnare benessere e migliorare la produttività.

Le recensioni dei partecipanti alle esperienze di Logout Livenow sono estremamente positive. Gli utenti hanno apprezzato la possibilità di vivere senza dispositivi digitali, riscoprendo il piacere di godersi ogni momento e il panorama senza distrazioni. Le esperienze sono state descritte come ben organizzate e ideali per scaricare lo stress e migliorare il benessere personale.

Bullet Executive Summary

Il progetto “Educazione digitale 360” presso l’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto di Sassari ha dimostrato come un uso consapevole del digitale possa migliorare la qualità della vita degli studenti. Attraverso laboratori e attività di Digital Detox, gli studenti hanno sviluppato una maggiore consapevolezza nell’uso del digitale e riscoperto il valore delle relazioni interpersonali offline. Questo progetto rappresenta un passo importante verso la promozione di una cittadinanza digitale consapevole e responsabile.

Una nozione base di educazione avanzata riguarda l’importanza di integrare l’educazione digitale nei curricula scolastici, per preparare gli studenti a un uso consapevole e responsabile della tecnologia. Una nozione avanzata, invece, suggerisce l’implementazione di programmi di Digital Detox come parte integrante delle attività scolastiche, per promuovere il benessere psicofisico degli studenti e migliorare la loro capacità di concentrazione e creatività.

In conclusione, il progetto “Educazione digitale 360” ha dimostrato che è possibile educare i giovani a un uso equilibrato della tecnologia, offrendo loro alternative valide e promuovendo il benessere personale. Questo approccio può stimolare una riflessione personale nei lettori, invitandoli a considerare come un uso consapevole del digitale possa migliorare la loro qualità della vita e le relazioni interpersonali.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

One comment

  1. Trovo che questo progetto sia fantastico! Finalmente si parla di educazione digitale in modo serio nelle scuole. Speriamo che altre scuole seguano l’esempio del Monte Rosello Alto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *