Come migliorare la gestione finanziaria delle imprese locali con corsi dedicati

Scopri come il primo corso di educazione finanziaria organizzato dalla BCC di Pesaro e l'Università di Urbino sta trasformando la competenza finanziaria delle aziende locali.

Share your love

  • Partecipazione di 70 aziende al primo corso di educazione finanziaria.
  • Presentazione del primo master per imprenditrici e imprenditori con 8 lezioni da aprile a maggio.
  • Convegno istituzionale il 9 maggio con esperti della Banca d'Italia.

Nello scenario suggestivo di Villa Almerici-Berloni di Candelara, la Banca di Credito Cooperativo (BCC) di Pesaro ha recentemente consegnato gli attestati di partecipazione al primo corso di educazione finanziaria organizzato in collaborazione con l’Università di Urbino. Questo evento segna un passo significativo verso l’alfabetizzazione finanziaria delle imprese locali, un tema di cruciale importanza per la crescita economica e la sostenibilità delle attività imprenditoriali nel territorio pesarese.

Il Corso di Educazione Finanziaria

Il corso, al quale hanno partecipato ben 70 aziende, è stato guidato da docenti esperti come la professoressa Germana Giombini. Le lezioni hanno coperto una vasta gamma di argomenti, tra cui l’analisi dei bilanci, la politica monetaria, l’analisi finanziaria e la consulenza. Il direttore dell’istituto di credito, Paolo Benedetti, ha sottolineato l’importanza di una maggiore consapevolezza e competenza finanziaria per le imprese, auspicando che l’educazione finanziaria diventi parte integrante dei programmi scolastici.

Durante la cerimonia di consegna degli attestati, il presidente della BCC, Massimo Tonucci, ha messo in evidenza la crescita dell’istituto nel territorio, esprimendo l’intenzione di continuare a rispondere alle esigenze dei clienti nelle aree di Pesaro, Montelabbate e Vallefoglia. Il rettore dell’Università di Urbino, Giorgio Calcagnini, ha ringraziato la Banca di Pesaro e i colleghi dell’università per il loro impegno, definendo il corso una “bellissima sfida” che ha prodotto un grande riscontro in termini di partecipazione e coinvolgimento delle aziende.

Il Master per le Imprese

Il progetto di educazione finanziaria non si è fermato qui. È stato infatti presentato il primo master per imprenditrici e imprenditori, organizzato dall’Università di Urbino in collaborazione con la BCC di Pesaro. Il master, presentato nella Sala Rossa del Comune di Pesaro, prevede otto lezioni che inizieranno ad aprile e si concluderanno a fine maggio. L’obiettivo è accrescere la qualificazione professionale attraverso una formazione permanente e didattica aperta.

Il rettore Giorgio Calcagnini ha spiegato che il corso arricchisce le attività di Terza Missione dell’ateneo, affrontando un settore strategico come quello dell’alfabetizzazione finanziaria in un contesto di grande complessità. Le lezioni saranno tenute da docenti e ricercatori dell’Università di Urbino, tra cui Alessandro Berti, Fabio Musso, Federica Palazzi, Fabio Tramontana, Sabrina Severini, Valeria Vannoni, Andrea Bacchiocchi e Federico Favaretto. Il 9 maggio si terrà un convegno istituzionale aperto a tutti gli imprenditori coinvolti nel progetto, con la partecipazione di esperti come il professor Donato Masciandaro e Paolo Finaldi Russo della Banca d’Italia.

Impatto e Benefici dell’Alfabetizzazione Finanziaria

La professoressa Germana Giombini, responsabile del progetto, ha sottolineato gli effetti positivi dell’alfabetizzazione finanziaria sul benessere individuale e sulla stabilità finanziaria dei mercati. In Italia, che si trova tra i Paesi OCSE con il più basso livello di alfabetizzazione finanziaria, è fondamentale colmare questo gap. Le università possono giocare un ruolo di primo piano in questo processo, realizzando corsi innovativi sia a livello regionale che nazionale.

Fabio Musso, prorettore alla Terza Missione e Public Engagement dell’Università di Urbino, ha aggiunto che l’iniziativa avrà un impatto economico, sociale e culturale sul territorio, rafforzando la rete di rapporti tra istituti di credito e imprese. Questo progetto si inserisce in un percorso avviato sul tema della fragilità finanziaria, con il cofinanziamento di un assegno di ricerca da parte della BCC.

Paolo Benedetti, direttore generale della BCC di Pesaro, ha commentato che la conoscenza finanziaria è essenziale per prendere decisioni informate e responsabili. La partnership strategica con l’Università di Urbino mira a fornire strumenti e risorse educative per migliorare la comprensione finanziaria. Gli insegnanti e gli esperti finanziari dell’università contribuiranno con il loro know-how e la loro esperienza a creare contenuti informativi interattivi che copriranno una vasta gamma di argomenti finanziari, dal risparmio agli investimenti, dalla gestione del credito alla pianificazione finanziaria a lungo termine.

Bullet Executive Summary

In conclusione, l’iniziativa della BCC di Pesaro e dell’Università di Urbino rappresenta un esempio virtuoso di come l’educazione finanziaria possa diventare un elemento chiave per la crescita e la sostenibilità delle imprese. La formazione continua e l’alfabetizzazione finanziaria sono strumenti indispensabili per navigare in un contesto economico sempre più complesso e competitivo.

Nozione base: L’educazione finanziaria è fondamentale per le imprese, poiché fornisce le competenze necessarie per gestire efficacemente le risorse finanziarie, prendere decisioni informate e pianificare il futuro in modo strategico.

Nozione avanzata: L’implementazione di programmi di educazione finanziaria nelle scuole e nelle università può contribuire a ridurre le disuguaglianze economiche e sociali, promuovendo una maggiore inclusione finanziaria e migliorando la stabilità economica complessiva del Paese.

Questa iniziativa ci invita a riflettere sull’importanza di investire nella formazione continua e nell’alfabetizzazione finanziaria per costruire un futuro più prospero e sostenibile per le nostre comunità.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 139

One comment

  1. Finalmente un corso che aiuta le imprese a capire come muoversi in un mercato sempre più complesso. Ottima iniziativa della BCC e dell’Università di Urbino!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *